I cambi d'olio: importanti anche nella ripartenza

Il cambio dell'olio motore è una procedura che rientra nelle attività svolte durante il tagliando in officina. Per molte auto, questa è una semplice operazione che richiede solo pochi minuti e facilita davvero la vita del motore. Potresti però pensare che l'olio possa durare un po' di più ora che l'auto ha riposato alcune settimane, ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Interruzioni prolungate possono causare problemi inaspettati e i tempi di fermo sembrano avere un effetto negativo sull'olio motore.

 

 

 

Dov'è il problema?

Durante il processo di combustione, viene generato  vapore acqueo durante la reazione del carburante con l'aria. Con l'uso quotidiano, la maggior parte di questo vapore acqueo fluirà di nuovo attraverso lo scarico. Grazie all'alta temperatura nel blocco motore, il vapore acqueo ha poche possibilità di condensare e precipitare quindi lungo le pareti del pistone. In normali condizioni nessun problema.

Tuttavia, se l'auto è ferma per un periodo di tempo più lungo e un'auto viene utilizzata solo occasionalmente per fare la spesa, il motore difficilmente avrà l'opportunità di portare tutto correttamente alla temperatura. Il vapore acqueo si condenserà quindi molto più del solito contro le pareti fredde del pistone, scorrerà lungo le fasce elastiche e finirà nel basamento: l'acqua finirà quindi nell'olio.

 

Fango d'olio

L'acqua nell'olio deteriora, e non poco, le proprietà lubrificanti, ma poiché l'acqua si mescola con l'olio, crea anche una emulsione: chiamata anche fango d'olio. Il nome "fanghi di petrolio" è una traduzione letterale dell'inglese "oil sludge", un termine che si incontra spesso su Internet. Dato il colore e la sostanza delle cose, questo è anche scherzosamente chiamato "maionese" in officina.

I fanghi di petrolio hanno la proprietà di accumularsi in luoghi in cui c'è poco flusso, come all'interno del tappo dell'olio. Quindi, se ti imbatti in cose color crema lì, visita il garage. Perché anche se inizialmente la cremina sembra innocente, può causare molti danni al motore. Pensa ad esempio alla sovrapressione nel basamento o alla corrosione sulle parti interne del motore.

 

La soluzione per combattere i fanghi petroliferi

La soluzione per combattere i fanghi di petrolio è in realtà abbastanza semplice. È davvero consigliabile guidare regolarmente (ad esempio ogni settimana) per mezz'ora in modo che il motore si riscaldi correttamente. Consentire al motore di aumentare la velocità: dimentica il "nuovo modo di guidare" e cambia un po' più in alto. Per i conducenti di veicoli a benzina è consigliabile considerare il rifornimento di carburante Euro 98 durante questo periodo, poiché Euro 95 attira più umidità. Ci sono anche additivi sul mercato che contrastano qualsiasi deposito .